giovedì 16 gennaio 2014

Chez moi #26: di verze, vino rosso, coltellacci e mariti.

Caro Diario,
 rieccomi in cucina.
 In cucina con l'aiutante: il marito si rifiuta di farmi armeggiare il coltellaccio, perciò si offre come tagliatore volontario.
 La ricetta compare per magia tra le pagine di un libro, mi provoca all'istante un'ipersalivazione e, dopo un rapido controllo tra le scorte in frigorifero, mi fa urlare con voce stentorea: "Si può fare!" 
 Esatto, con lo stesso occhio a lampadina accesa.
 Eccoci qua, manzo alla verza:
  1. sbuccio, affetto e trito lo scalogno*;
  2. mondo e taglio a striscioline la verza**;
  3. scaldo dell'olio in padella e butto lo scalogno per farlo imbiondire;
  4. aggiungo la verza e lascio imbiondire, poi salo e pepo;
  5. aggiungo anche la carne e lascio rosolare;
  6. verso il vino, mescolo e lascio sfumare a fuoco lento (30')
* Il marito mi permette di tagliare lo scalogno solo per un valido motivo: lui piangerebbe, i miei occhi invece non emottono un verso. Non ho poteri soprannaturali, né sono un mutante (la Donna Cipolla), semplicemente indosso un paio di lenti a contatto morbide. Prosaico.
 Mentre procedo nell'operazione del taglio con il temibile coltellaccio (un zic ogni tre secondi), sento il marito trattenere il respiro, dimenarsi sulla sedia e deglutire nervoso.
** Naturalmente taglia il marito. Per l'occasione il temibile coltellaccio si trasforma in un efficiente strumento culinario. Zic-zic-zic-zic-zic e la verza è pronta. Prrr.


 Il profumo di verza, carne e vinello raggiunge picchi sublimi: la casa ne rimbomba, il cervello s'inebria, il Baldo impazzisce (letteralmente).
 Mangiamo in silenzio a un passo dal nirvana. Direi che l'esperimento funziona.

(-15; determinazione: essa c'è; umore: inebriato; sorriso del giorno: pappa divina!)

8 commenti:

  1. Con il tuo racconto hai inebriato anche me <3
    Avrei voluto vedere il Baldo stasera !!!

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. E' buonissimo! Abbiamo già bissato altre volte :-D

      Elimina
  3. porca pupazza! d'ha da fare!!! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio uno di quei piatti che ti mette in pace col mondo. Da gustare in silenzio, perché bastano i vari "mmm!" come accompagnamento musicale ;-)

      Elimina
  4. Adoro il manzo, adoro la verza, a doro lo scalogno.... adoro questa ricetta ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E poi è veloce, sana e gustosa: la triade perfetta :-)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...