giovedì 31 ottobre 2013

Ti presento Ellie

Caro Diario,
 ti presento Ellie.
 E' da un mese che mi occhieggia dal suo angolino: "Che fai, non stai un po' con me?". Io distolgo lo sguardo e scappo via, vergognosa. Sì, mi vergogno: perché è da più d'un mese che è qui con noi e ancora non mi prendo cura di lei. O meglio, non lascio che lei si prenda cura di me.
 Mica poi così facile: occorre tempo, dedizione, convinzione, capacità, determinazione e nessuna paura. Eppure gli alibi e le scuse fioccano, ogni giorno pensando a lei mi sento in colpa, finché... - per fortuna c'è sempre un "finché" che ribalta la situazione.
 Settimana scorsa scatta qualcosa. Accendo il computer e scorro le pagine che parlan di lei, prendo nota, annuisco e decido di rompere il ghiaccio.
 E' da lunedì che al mattino io e Ellie abbiamo un incontro ravvicinato di quarto tipo: lei ronza e io sudo.


 Ellie è la nostra nuova cyclette ellittica, quella con la falcata che è una via di mezzo tra bicicletta, corsa, sci di fondo e step - dicono. Quel che dico io è che coinvolge tutto il corpo, dalle braccia alle gambe, e che dopo i primi passi in scioltezza già sbanfo.
 Frena, qui ci vuole un piano d'attacco a misura d'Alina, colei che non ha fiato. Tra i vari programmi d'allenamento per principianti, ne scelgo uno facile facile: inizio con dieci minuti di sgambettamento e nel giro di due settimane arriverò a trenta. Un minuto in più ogni giorno: un aumento dolce e indolore.
 Funziona! Supero in scioltezza il terzo giorno, il Giorno Critico, e ancora ho voglia di sgambettare. Va bene, vado piano: mantengo un ritmo lasco ma fluido, tengo la schiena eretta, contraggo gli addominali, impugno i manubri e continuo a pedalare sicura.
 Sembra proprio che io e Ellie stiamo diventando amiche, e ne son contenta. Soprattutto quando sento con mano i risultati. Sì!

(-24; determinazione: buona; umore: buono; obiettivo: prendermi cura di me stessa; risultato: sulla buona strada)

4 commenti:

  1. Mi piace questo aggeggio !!!!!
    baci
    Annalisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un aggeggio che "lascia il segno" anche in poco tempo: evviva!

      Elimina
  2. Bravissima! Io invece no... non brava :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai presente quando uno dice: "O adesso o mai più"? :-D

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...