martedì 26 marzo 2013

Nuovo menu

Caro Diario,
 sono in alto mare.
 Nel senso che mi sento proprio in balia delle onde. Faccio una fatica bestiale ad abbandonare un regime alimentare (seguito da un anno e passa), per iniziarne un altro. Ormai conosco con esattezza cosa mangiare e mi destreggio bene anche tra ristoranti e fast food. Per non parlare della spesa.
 Ma devo ricominciare da capo. Tra ieri e oggi cerco di arrivare a un dunque: stampo una tabella riassuntiva coi cibi proibiti e benefici e mi aggiro per le corsie del supermercato con occhio aguzzo. Dov'è l'avena? (La domanda giusta sarebbe: cos'è l'avena??) Non vedo l'agnello! (In realtà è lì, davanti al mio naso, del tutto uguale all'altra carne...) Ma quando scrivono frumento, intendono grano tenero o grano duro? Scopro l'altro giorno che il frumento e il grano sono la stessa cosa - almeno, così ho capito: il frumento comune sarebbe il grano tenero, altra roba il grano duro. Mammamia, quanto sono ignorante...
 Fatica. La testa mi gira, il marito (stanco dopo quattordici ore di lavoro senza soluzione di continuità) rischia d'appisolarsi sul banco dei surgelati. Ritiro la tabella in borsa e concludo le compere, che è meglio.
 Questa sera cena a base di costolette d'agnello alla griglia e spinaci freschi saltati con scalogno e un po' di limone. Mmmm. Gli spinaci "veri" sono buonissimi e non legano i denti, come invece fanno i cugini surgelati. E l'agnello è una vera scoperta. Non ricordo d'averlo mai mangiato e ora capisco perché: è grassissimo - ma buono assai. E molto odoroso.


 Ma non finisce qui. Ho bisogno di programmare un menù settimanale, in cui tutti i cibi siano distribuiti sui pasti principali in maniera equilibrata. Un occhio al libro, uno alla tabella - se ne avessi un altro, anche al web per scoprire cosa sono certi cibi (ehm) - mani sulla tastiera, alla fine riesco a produrne uno.
 Mi sento un po' come se avistassi terra, mio caro Diario, ansiosa di scoprire se tutto ciò funziona. E tu?

 (-272; determinazione: altissima; umore: roseo; obiettivo: seguire la nuova dieta; risultato: in fieri)

3 commenti:

  1. no,l'agnello no!!! puzza di brutto!!

    RispondiElimina
  2. In effetti... però, che buono!

    RispondiElimina
  3. ...<3 Premio da ritirare!
    Passa da Details of Us ;-)

    http://detailsofus.blogspot.it/2013/03/liebster-award.html

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...