venerdì 1 febbraio 2013

Cronaca di un malanno annunciato

Caro Diario,
 non posso stare molto.
 Mi soffio il naso e tossisco di continuo: scrivere diventa scomodo.
 Ma non mi meraviglio. Nell'istante preciso in cui il marito attraversa la soglia di casa dicendo: "Non mi sento molto bene, cof, cof!", capisco che il nostro destino è segnato. Lui cade ammalato in preda al virus dell'influenza, io faccio gli scongiuri, ma so di essere la prossima. Resiste il Baldo, che sembra solo un po' scocciato che nessuno voglia giocare con lui in giardino. Gasp.
 Vuoi sapere la mia tenuta di oggi, quella per cui passerò alle cronache del vicinato? Pigiama tutiforme (ma sempre pigiama), berretto di lana calcato fin sulle ciglia e sciarpona a doppio giro - che mi tiene il collo ritto come fosse un collare. Da mane a sera, e non mollerò il cappello nemmeno stanotte. Talmente affascinante, che pure la febbre si è allontanata appena passata a trovarmi!


(-325; determinazione: resistente; umore: appannato; obiettivo: resistere al virus; risultato: mah!)

1 commento:

  1. Anche da malata mi fai morire dal ridere!!!! guarisci presto però! smuack...a distanza!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...