lunedì 28 gennaio 2013

Nona settimana

Caro Diario,
 di nuovo lunedì, anzi: un lunedì nuovo!
 Oggi, infatti, inizio un corso di cucito per principianti, uno di quelli che aspetto da tempo. Perché di una cosa mi devo ormai render conto: se imparare a usare l'uncinetto studiando gli esempi presi dal web o dai libri mi vien facile, far la stessa cosa per imparare a cucire no.
 So: (1) accendere la macchina e la luce, (2) riconoscere le varie manopole, (3) preparare una spoletta del colore che m'interessa, (4) far fare il giro della morte al filo di sopra prima d'infilarlo nell'ago, (5) infilare il filo di sopra nell'ago, (6) pronunciare correttamente il mantra per far uscire miracolosamente il filo di sotto, (7) pigiare con moderazione sul pedale dell'acceleratore per iniziare a cucire.
 Non so: (1) ripetere i punti dall'1 al 7 (ad esclusione del 6) senza leggere le istruzioni, (2) procedere, quindi (3) realizzare i progetti che ho in mente.
 E di progetti ne ho tanti, come tante sono le stoffe che man mano metto da parte in previsione di diventare un'esperta della macchina da cucire. D'altronde, avrò pur preso qualcuno dei geni di mia nonna, la super sarta!
 Staremo a vedere, mio caro Diario, staremo a vedere...
 Nel frattempo, mi sento molto grintosa: il Punto Della Situazione è positivo. Ecco perché il Nuovo Piano D'Attacco è identico allo scorso - m'ha portato bene.
 Vuoi sapere qual è il mio nuovo trucchetto per tenermi a bada? Utilizzo delle mini liste: una per gl'impegni del mattino, una per quelli del pomeriggio e un'altra per i "fuori routine". Cancellare tutte quelle voci, una dietro l'altra, è un vero piacere e mi rende più determinata.
 Tanto per farti un esempio, questa è la mini lista dei "fuori routine" di oggi:


(-299; determinazione: altissima; umore: multicolor; obiettivo: nuovo piano d'attacco; risultato: ottenuto)

3 commenti:

  1. Ale, sai fare molte più cose di me. Io, per esempio, so leggere tutte le volte i punti in questione ma tutte le volte le manopole cambiano di posto o almeno così a me sembra ma soprattutto non so pigiare con moderazione sul pedale e cerco una macchina che vada da sola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stasera, poi, avevo la Piera come suggeritrice ;-)

      Elimina
  2. La Piera deve imparare a mordersi la lingua ... meglio lasciar sperimentare ...
    Ho capito perché la tua mamma, Elena, vuol farti "girare" senza il filo: devi imparare a pigiare sul pedale con moderazione

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...