venerdì 21 dicembre 2012

Scorte

Caro Diario,
 sono la Donna Delle Scorte.
 Nella mia dispensa c'è il minimo necessario, negli armadi pure, in banca anche meno: nella vita quotidiana, infatti, preferisco far scorte di energie, riposo e coraggio - ma ultimamente sono un po' in deficit.
 Una serie di grossi imprevisti depauperano all'inverosimile ogni riserva accantonata e io devo cavarmela con poco. La cosa non mi piace affatto.
 Soprattutto perché ultimamente sto collezionando tutta una serie di paure senza fine: paura del vuoto - e quindi paura dell'acqua alta, paura delle altezze, perfino paura dei giri in moto in montagna; paura degli aghi e di tutto ciò che vi transita dal/nel mio corpo - ancora non ho rimpiazzato il coraggio volatilizzato in quei sette giorni di aghi e liquidi iniettati e risucchiati in ospedale, di ben sei anni fa; paura di guidare.
 Guido, ma almeno sei ore prima di prendere in mano la macchina ho già paura: ho addirittura paura di aver paura. Perché so che in certe circostanze (curve a destra, pioggia, neve, ghiaccio), mentre guido tremerò, mi batterà forte il cuore e (ammetto con rammarico) piagnucolerò terrorizzata.
 Sai cosa ti dico, mio caro Diario? Sono proprio stufa di avere paura! E sai a quale conclusione sono arrivata? Che vorrei tanto avere le scarpe rosse della Strega Cattiva dell'Est, o il teletrasporto quantistico di Jean-Luc Picard, così finalmente tirerei un enorme sospiro di sollievo e potrei iniziare a ripinguare le mie preziose scorte di audacia. Oh!


(-337; determinazione: scarsa; umore: opaco; obiettivo: non pervenuto; risultato: idem: numero di volte che ho scritto "paura": 11)

1 commento:

  1. Ecco un buon proposito per il nuovo anno con un po' di anticipo...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...