domenica 10 gennaio 2016

Sesta settimana, della bellezza

Caro Diario,
  rischio di peccar di originalità, ma il tempo vola.
  Vola su un tappeto magico, per tre settimane intere: si alza, si abbassa, rallenta, si slancia... E io con lui. In poche parole: me la godo proprio, questa vacanza.
  Senza sveglia, senza orologio, senza telefono (tanto chi mi deve chiamare? Sono in vacanza!), senza computer davanti agli occhi per ore. Una vera goduria.
  Eppure non rimango con le mani in mano: è vero, non tocco né acquerelli né chiacchierino, ma mi riposo, studio, leggo, seguo film, lavoro (quando un lavoro piace, non è proprio un lavoro), chiacchiero, passeggio, visito, mangio, mi diverto e mi rigenero.
  Con calma, senza fretta, seguendo solo il mio desiderio. Forse è questo il segreto?
  Perché mi ritrovo a pulire la cucina canticchiando beata, a rovistare tra scatoloni di ricordi a cuor leggero, a ripiegare magliette e maglioni sorridendo.
  Da qualche parte, ben nascosta, trovo la bellezza dentro di me: affiora quatta quatta e mi mostra il mondo con sguardo più pacato e gentile. E succedono meraviglie.


  Riprendo in mano quel vecchio esperimento mai concluso: giorno dopo giorno sistemo una stanza di casa. La cucina, il soggiorno, l'ingresso, lo studio, la camera, la stanza jolly, il bagno... Mancano solo la lavanderia e la libreria sul pianerottolo. Un cesto di frutta colorata sul tavolo, il piano della cucina in ordine, un diffusore di profumo celestiale in camera... La leggerezza e la voglia di fare aumentano man mano che ogni cosa torna al suo posto, e la casa sembra risplendere. Dentro di me qualcosa sembra risplendere e provo tanta serenità.


  In questi giorni, in modo gentile e pacato, sistemerò le ultime due stanze e continuerò ad alimentare la leggerezza e la voglia di fare. Soprattutto di fare quelle cose che ho sempre odiato o ignorato e che, alla fine, non sono altro che un diverso modo di prendermi cura di me.
  Nei prossimi giorni - settimane, mesi, anni - farò quel che vorrò fare con calma, senza fretta, seguendo solo il mio desiderio. Perché è questo il segreto: desiderare quel che va fatto.

(-317; determinazione: consapevole; umore: sereno; sorriso del giorno: l'esperimento funziona!)

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...