martedì 20 agosto 2013

Luna, lunam

Caro Diario,
 c'è la luna, c'ho la luna.
 Una luna immensa, bianca e luminosa. Pare una cara vecchia lampadina al tungsteno, accesa sopra i tetti e il ciliegio. 
 La luna non annoia mai, ma le sto alla larga. Quando splende in gloria là nel blu nero del cielo, mi assale una gran voglia di far qualcosa di selvaggio. Di correre a perdifiato, cercando di seminarla. Di provare ad afferrarla con lo sguardo. Di ululare, anche. Di ribellarmi ai doveri, soprattutto.
 Perciò me ne sto in casa, le persiane chiuse e la tivù accesa, lontana dal suo influsso magico. C'ho la luna, devo finire di lavorare. Sgrunt.


(-137; determinazione: in esaurimento; umore: noioso; obiettivo: resistere; risultato: ottenuto)

3 commenti:

  1. Hai detto bene, fa venir voglia di correre via... però coi baffi è proprio simpatica!

    RispondiElimina
  2. Adoro la Luna, e la sua magica energia !!. bacii

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...