martedì 16 luglio 2013

Un problema, un sistema

Caro Diario,
 ho un problema: sono invasa dai panni.
 Ho cumuli di panni sporchi in lavanderia e cumuli di vestiti puliti sulla poltrona. E più piego e ritiro panni - nella speranza d'intravedere la forma originaria della poltrona -, più il giorno dopo il cumulo triplica, anzi aumenta a dismisura. Ovunque.
 Ho come la sensazione che le cose non stiano funzionando a dovere.
 Ma ho un sistema per uscire da questo impasse. Un sistema che, una volta avviato, funziona per sempre.
 E' semplice e lineare: 
ogni giorno ci si dedica a una e una sola di queste attività: lavare, asciugare, stirare, piegare, ritirare;
il giorno dopo si passa alla fase successiva solo ed esclusivamente se la precedente è completata.
 Da tempo immemorabile mi ritrovo bloccata al secondo passo e sto facendo del mio meglio per piegare e ritirare tutto quanto, sicura di poter finalmente ricominciare il percorso con successo. E' da giorni ormai che nel mio quarto d'ora mattutino piego e ritiro panni. La luce in fondo al tunnel profuma di sapone di Marsiglia, ormai ci sono!
 Ma, cosa lo dico a fare?, c'è un ma: questo sistema miracoloso non tiene conto di due fattori importanti:
  1. i soprannomi Tartaruga (in gioventù) e Bradipo (in maturità) non sono dovuti al caso
  2. il marito, che s'impossessa di lavatrice e stendino e fa di testa sua, sta ingarbugliando tutto quanto
 Ce la farà la nostra eroina a portare a compimento il suo arduo compito?

fonte
 (-172; determinazione: quella sconosciuta; umore: eh?; obiettivo: trovare un sistema anti cumuli; risultato: ottenuto)

6 commenti:

  1. ogni volta mi stupisco di quanto ci assomigliamo!

    RispondiElimina
  2. Ciao Cara
    abbiamo tutte gli stessi problemi!!!
    La mia strategia è: NON stirare lenzuola federe asciugamani accappatori mutande canottiere calzetti: tutto quanto estremamente "intimo" quindi dallo stendino passano direttamente nell'armadio.
    Quando stendo impiego 5 minuti in più ma cerco di stendere alla perfezione così da avere meno pieghe da stirare.
    Stirare ad ogni lavatrice, altrimenti poi le montagne di panni asciutti si moltiplicano... e non avrei logisticamente il posto dove tenerli!!!
    Ad un Filippino ben addestrato hai mai pensato???
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tua domanda ha un certo fascino e, sì, c'ho pensato! Ho pensato a una famiglia intera a cui dare ospitalità (rinuncerei volentieri al fienile) in cambio di accudimento perpetuo: affiderei loro la totale gestione domestica - pasti compresi - e sarei una donna felice. Le figure professionali di maggiordomo e governante sono sottovalutate ;-)

      Elimina
  3. Potrei averlo scritto io questo post. Stesso problema, identico, uguale. Lo pensavo proprio ieri mentre ritiravo i panni, li posavo sul divano (che non si vede più) e stendevo i panni bagnati...è un cerchio che non si chiude mai!!! E domani arriva pure mia suocera, sono disperata!

    RispondiElimina
  4. A chi lo dici !!!. I panni un ossessione... sono ovunque, come perdo un attimo il controllo , prendono il sopravvento !! Che fatica !!.

    A presto
    Vale e Sabri

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...