lunedì 20 maggio 2013

Venticinquesima settimana

Caro Diario,
 sarò brutale.
 Il Punto Della Situazione è tragico: mi addormento tardi, dormo male, mi sveglio allucinata, salto la dieta, mangio quel che capita, trascuro me stessa (è da venti giorni che devo acquistare le nuove lenti a contatto, tanto per dirne una) e la casa (no bucato, no vestiti), non faccio ginnastica e non porto a spasso il Baldo. E trascuro anche te, da troppi giorni. Degli obiettivi a breve termine, nemmeno uno porto a compimento. Uff. Non ne vado fiera, anzi la cosa m'infastidisce parecchio. Ma, come si suol dire, ho da fare. Passo i giorni a battere indiavolata le dita sulla tastiera, nel vano tentativo di scrivere cose sensate entro la data prestabilita. Dopodiché il cervello mi rimane acceso per ore, con un costante ronzio di sottofondo, i pensieri trasformati in vespe turbolente, gli occhi vaghi e vorticosi. Argh.
 Ma, nonostante questo, ho fiducia nelle capacità ancestrali di adattamento del genere umano. Iniziando subito dal Nuovo Piano D'Attacco:


 (-227; determinazione: frustrata; umore: bigio; obiettivo: nuovo piano d'attacco; risultato: ottenuto)

5 commenti:

  1. Eh come ti capisco, passo anch'io delle fasi così, soprattutto di trascuramento casa/persona :( e il senso di colpa galoppa... ma non potremmo abbrutirci senza troppe paranoie?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovremmo istituire un tot di giorni d'abbruttimento free.

      Elimina
  2. Tornare all'età della pietra quando donna pelosa era davvero bella.. ecco il mio sogno! :D

    RispondiElimina
  3. Io i giorni di abbruttimento free ce li ho e mi sento molto a mio agio...:D

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...