giovedì 25 aprile 2013

Al sole

Caro Diario,
 stiamo prendendo un brutto lecchetto.
 Da quando il marito cambia lavoro (traduzione: lavora più ore), ci rimane solo la domenica e di rado qualche sabato pomeriggio per portare avanti i lavori. Oggi è festa, ma lui lavora e io anche. Cioè, l'intenzione è quella di lavorare.
 Ma oggi sento perentorio il richiamo del giardino assolato. Abbandono quindi i miei nobili propositi (pulire i libri dello studio con l'aspirapolvere) e mi traferisco fuori.
 Porto meco il pc, perché ho quel lavoretto da rifinire e se lo faccio oggi con tranquillità, non devo farlo domani di corsa. Bene. Accendo il pc e, strizzando gli occhi, tento d'indovinare cosa sto guardando. Tic, tic, tic, tic, tic. Mamma mia che caldo! Non resisto, prendo pc e cuscino e rientro. Tanto è ora di pranzo.
 Ma dopo pranzo ancora non so resistere alla tentazione: prendo la decrepita sdraio bianca, la trascino in mezzo al prato, la apro con poche e agili (ehm) mosse, ci stendo sopra un telo mare, avvicino uno sgabellino, su cui appoggio la tisana e il libro. Sole: eccomi!
 Che pacchia. Che silenzio. Che tepore. Che caldo. Anf.
 Rientro in casa - io e il cuscino, la tazza e il telo mare (il Baldo osserva e pare divertito). Ma con tutti questi avanti e indietro, il tempo passa. Facciamo merenda tutti e tre assieme, ci guardiamo negli occhi, sospiriamo e sussuriamo: "Partiamo?"
 Finalmente partiamo: indosso mascherina e guanti, impugno la bocchetta dell'aspirapolvere e, finalmente dopo sette ore, i miei nobili propositi si trasformano in realtà. Raggiungo il risultato previsto, anzi fo qualcosina in più. Ci fermiamo a rimirare lo studio e parliamo dei prossimi passi da fare.
 "Sì, però, la prossima volta iniziamo prima", dice lui. "Sarebbe meglio", rispondo io. "Appena dopo pranzo, giusto il tempo d'un caffè", rincara lui. "Sono d'accordo", annuisco io. "Così, magari, a metà pomeriggio possiamo uscire col Baldo a fare un giretto", propone lui. "Magari", sospiro io.


 (-243; determinazione: 50% evaporata, 50% altissima; umore: luminoso; obiettivo: pulire i libri; risultato: ottenuto - tiè)

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...