venerdì 28 dicembre 2012

Paroladordine: organizzare i lavaggi

Caro Diario,
 anche oggi sono un po' fuori fase, ergo mi dedico completamente alla teoria e per nulla alla pratica.
 In questa casa abbiamo una lavanderia "issima": lunga e stretta, tutta tempestata di pensili alti e con una parete rosa fucsia che mette allegria - e dovrebbe invogliarmi a fare le cose odiose che procrastino di giorno in giorno. Il problema è che a volte mi dimentico di far le macchinate e rimaniamo senza indumenti decenti, obbligati a indossare quelli "di salvezza". Potremmo lanciare una nuova moda...
 In ogni caso, fra tutte le faccende di casa, lavare e appendere i panni son quelle che mi uggiano di meno. Direi, anzi, che presto un'attenzione maniacale alla loro stesura: i miei da una parte, quelli del marito da un'altra; i più voluminosi davanti, dietro i più piccoli; accanto alle casacche i pantaloni corredati; le calze vicine a due a due; eccetera, eccetera. Soprattutto so appendere con accortezza tutti quei vestiti che andrebbero stirati, proprio per evitare di farlo. Perchè io non stiro - già detto (qui) e ribadito.
 Odio profondamente tutti i passaggi seguenti: stirare (appunto), piegare e ritirare in armadi e cassetti. Per questo urge un'organizzazione ferrea di lavaggi e fasi successive.


 Sono sconvolta: quattro giorni su sette a lavare e sistemar panni! E siamo solo in due...

(-330; determinazione: offuscata; umore: offuscato; obiettivo: organizzare i lavaggi; risultato (teorico): ottenuto)

9 commenti:

  1. ahahahah non posso crederci!!! posso consolarti con il mio programma però:appena sveglia svuotare asciugatrice (che ha fatto il suo dovere con partenza ritardata) piegare tutto e portarlo nelle varie stanze (verrà sistemato negli armdi quando andrò a rifare i lrtti), controllare qual è il cesto (io ho i panni già divisi)pieno (ce n'è sempre uno! tutti i santi giorni!) e trasferirlo nella lavatrice...ore 19 far partire la lavatrice, ore 21 trasferire i panni dalla lavatrice all'asciugatrice e programmare partenza ritardata...sabato e /o domenica lavare tuttoil rimanente (ebbene si...restano anche Delle cose!)più lenzuola varie e o fodere divano...CONTENTA ORA??? <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che altro, terrorizzata!
      Ho sperimentato il lavaggio serale, ma mi dimentico di stendere. E ho pure sperimentato il lavaggio serale con partenza ritardata, ma funziona una tantum - nel senso che una sola volta mi son ricordata di caricarla la sera.
      Non c'è niente da fare: per me questo è un lavoro mattutino...

      Elimina
    2. ahahah ...rido x non piangere...qui è impossibile dimenticare i panni!!! =(

      Elimina
  2. Mi sorge un dubbio... ma poi le rispetti queste tabelle? io mai!

    RispondiElimina
  3. No, io faccio tutto nel fine settimana. Quattro\cinque lavatrici, asciugatura en plein air con eventuale supplemento sui radiatori, coinvolgimento del marito per ritirare-piegare-riporre. Le camicie, fatte asciugare rigorosamente sugli ometti, vengono stirate da Mariana il giovedì successivo, con altre poche cose. Un programma lungo come il tuo non riuscirei a rispettarlo mai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marilia, sempre fatto anch'io più macchinate nel fine settimana. Ma ultimamente ogni fine settimana è stato colpito da dimentichite acuta: il marito, troppo spesso, si riduce a dover indossare i boxer rossi con i disegnini di Natale. Non è dignitoso! E poi vorrei liberar la domenica di qualsiasi impiccio (il sabato è già troppo pieno, per i miei gusti). Vedremo se regge ;-)

      Elimina
  4. io ho preso l'abitudine di far partire una lavatrice tutte le sere, con quello che indosso durante il giorno (ho la fissa di lavare tutto anche se messo solo mezza volta...)più, a seconda del contenuto del cesto, eventuali panni chiari o scuri, tute della palestra di Francesco, calzoncini e magliette da running di Francesco... per le camicie del Franz la lavatrice è programmata al venerdì sera insieme ai kimono del karate del Franz, alle lenzuola, alle tovaglie chiare e agli asciugamani, così domenica sera il Franz può stirare. I maglioni li lavo ogni 7-10 giorni (li accumulo in attesa di averne almeno 4-5). Praticamente ho sempre la lavatrice accesa tutte le sere (rigorosamente programma AA+. In compenso, ho il fine settimana libero. Se poi si ferma Laura a dormire da noi, le lavatrici si moltiplicano a dismisura...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Shanta! Credo che il punto di svolta sia proprio ricordarsi di caricare la lavatrice di sera. E ricordarsi di stendere i vestiti al mattino. Uff. Oggi è martedì, giorno di piegatura... ancora non l'ho fatto :-P

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...