mercoledì 28 novembre 2012

Buona notte

Caro Diario,

 la sveglia persiste e io obbedisco, seppur immensamente controvoglia. Il mio problema? Vado a letto troppo tardi, tipo cinque o quattro ore prima del trillo petulante della sveglia. Ovvio che il mio smalto al mattino sia un poco opaco.
 Ma è un cane che si morde la coda: la sera m’addormento inaspettatamente sul divano davanti alla televisione (vigliacca); mi sveglio tutta anchilosata alle prime ore del mattino, quando il volume della vigliacca è in modalità discoteca, e raggiungo a fatica il letto, dove rimango con gli occhi aperti ad aspettare un Morfeo distratto. 
 Poi suona la sveglia - la mia nuova sana abitudine – e passo il resto della giornata imbambolata. Per fortuna lo stress mi mantiene vigile quanto occorre, finché dopo cena, sul divano, mi rilasso. Pure troppo.

Dunque, nuova sana abitudine: allo scoccare delle 23.00 tutti a nanna! In ogni caso e in ogni situazione (mannaggia, domani sera c’è Closer in seconda serata! Non riuscirò a vedere i miei soliti quindici minuti prima di crollare).
 La inserisco subito nel programma settimanale: 


 Per l'occasione  istituisco anche un nuovo rito propiziatorio: una calda tazza di tisana rilassant da sorbire lentamente sotto le coperte, mentre leggo qualche pagina di Agatha Christie.


 Ops, è quasi ora: buona notte!

(-361; determinazione: alta; umore: uggioso; obiettivo: andare a letto presto; risultato: in divenire)

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...