venerdì 4 dicembre 2015

prima settimana

Caro Diario,
  ci siamo: ricomincia il conto alla rovescia.
  Questa è la prima settimana e ancora tutto va bene. In questi tre anni le vecchie cattive abitudini e le nuove buone abitudini si alternano come la corrente. La sera mi rimprovero e sono determinata a cambiare le piccole cose (quelle che mi renderebbero tanto fiera di me) già dal mattino seguente, poi arriva il mattino e tutto quanto evapora. Forse è la mole di cose da fare? Oppure il mio rifiuto atavico nei confronti di certe cose?
sorrisoa365giorni-puntodellasituazione-1
  In ogni caso, alcune cattive abitudini non mi abbandonano ancora e le nuove buone abitudini rimangono all'orizzonte. Negli ultimi mesi, poi, tutto si fa più faticoso e non so perché.
  Ci sono troppi progetti aperti: la cucina da completare, i muri di ben cinque locali da risanare, infondere un po' di bellezza negli ambienti, cinque borse di vecchie cose dei tempi che furono da sistemare (no, non bruciare!), il garage da rifare completamente, due o tre blog da aggiornare, due libri da scrivere, un'attività da coltivare, mille idee da realizzare... 
  Ecco. Aiuto.
sorrisoa365giorni-nuovopianod'attacco-1
  Devo avere un problema con le dimensioni. Più sono piccole, le cose da fare, più le rifuggo: cucinare, riordinare, lavare, far ginnastica, idratarmi (dentro e fuori)... son tutti gesti che ancora non mi sorgono spontanei. Bisogna obbligarmi, perché li faccia.
  Manco di forza di volontà, a quanto pare. Forse l'ho esaurita tutta dieci anni fa. Forse sto vivendo una seconda pubertà (contro me stessa, 'sta volta). Forse sono solo stanca.
  Perciò ho deciso, questo mese mi dedico a:
  1. riposare la mente - basta computer e diavolerie tecnologiche, per due settimane mi dedicherò solo alla creatività e al coinvolgimento emotivo: ci saranno uncinetti bollenti, pennelli sgocciolanti, maratone cinematografiche (casalinghe) e libri su libri
  2. esercitare la concentrazione - tai-chi-chuan, meditazione, zero distrazioni se non quelle belle: tante coccole all'anima, al cervello e al Baldo
  3. pianificare il nuovo anno - non più solo con la testa, ma anche col cuore: imparerò a segnare in agenda anche gli impegni più divertenti, più affettuosi e più rigeneranti
  Ricomincio da capo, faccio tabula rasa. Ma questa volta con il pieno di energia.

(-357; determinazione: vacillante; umore: in linea; sorriso del giorno: due settimane di vacanza!)

1 commento:

  1. Sai...a volte una persona è davvero solo stanca, l'hai detto anche tu. Anche se è molto difficile imparare a dirsi "Sono stanca, è vero, lo ammetto. E allora? vuol dire che riposerò di più."
    E lo scrivo a te così lo vedo anche io, nero su bianco.

    Un sorriso per te :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...