lunedì 1 giugno 2015

La conquista del tempo

Caro Diario,
  riconquisto il mio tempo.
  Perduto in impegni diffusi a macchia di leopardo: ovvero, in disorganizzazione.
  Impegno quattro mesi e una settimana, ma alla fine ce la faccio: lavoro solo quattro ore al mattino per quattro giorni a settimana.
  Be', certo, non lavoro nell'ufficio di un'azienda di provincia, o nel negozio in centro città, o nella fabbrica di periferia: lavoro dal mio studio di casa, nel centro di un paese di provincia. Non ho il cartellino da timbrare, non ho colleghi con cui confrontarmi, non ho orari. Ma va bene così: è una mia scelta.
  Per non perdermi tra i minuti che passano e le ore tiranne, adotto un caro vecchio sistema - che già usavo all'università: programmo le mie giornate. Con tanto di foglio a quadretti, tabella divisa in colonne (i giorni) e righe (le ore), evidenziatori di colore diverso per ogni impegno. Lo riporto sulla mia agenda: un programma semplice, ma fondamentale per darmi una regolata e non perdermi via.
  Così ora posso raccontarti la mia giornata tipo:
  • mi sveglio alle 07.00 e per mezz'ora leggo il libro che ho sul comodino
  • mi alzo alle 07.30
  • fo un po' di ginnastica, apro le persiane di casa (quattordici), riempio la lavatrice o stendo o piego i panni, svuoto la lavastoviglie
  • fo colazione leggendo i blog che seguo
  • mi lavo, mi vesto, mi trucco (a prova di postino) e attivo il Roomba
  • inizio a lavorare alle 09.00
  • preparo da mangiare verso le 13.00/13.30 e pranzo
  Be', certo (seconda volta), non credere che ogni mattina sia sempre così lineare: indovina su quali attività mi capita a volte di scivolare in scioltezza? 
  In ogni caso, hai notato? Ho tutto il pomeriggio libero.
  Gasp. E ora come li riempio cinque pomeriggi liberi?
  Posso:
  1. leggere, studiare e fare i compiti
  2. dedicarmi ai miei interessi (uncinetto, maglia, chiacchierino, acquerello, recupero mobili)
  3. passeggiare col marito e col Baldo
  4. incontrare le amiche a pranzo, per un tè o un aperitivo
  5. andare in perlustrazione di luoghi vicini e (relativamente) lontani
  6. fare ricerche in biblioteca
  7. visitare città
  8. fare visual-shopping
  9. guardare film in inglese e mangiare popcorn
  10. scrivere
  Lo so, già scrivo per lavoro. Ma io senza scrivere per troppo tempo non so stare!

sorrisoa365giorni-vivere-tempo

(-29 ; determinazione: alta; umore: buono; sorriso del giorno: tempo libero)

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...