venerdì 31 ottobre 2014

Un mese di libri (moltiplicato due): agosto e settembre - seconda parte

Caro Diario,
  lo so sono un po' in ritardo.
  Oggi è l'ultimo giorno di ottobre e io ti scrivo dei libri letti a settembre. Tutta colpa del tempo che scivola via senza che io me ne accorga
  In ogni caso, immagina una finestra aperta sul cielo e sulle onde del mare, i colori che cambiano al cambiar delle ore, l'aria fresca che entra e induce al sonno. Ecco, proprio in una situazione del genere leggere è l'occupazione più dolce.


  L'uomo che parla ai cani di Cesar Millan e Melissa Jo Peltier
  C'è chi lo ama e chi lo odia. A me piace quando racconta dei suoi errori e di come ha lavorato per migliorarsi. Parla di energia come linguaggio delle emozioni, di personalità calmo-assertiva e calmo-remissiva, di linguaggio del corpo, di psicologia canina, del potere del branco, dei diversi tipi di disturbi (aggressività, iperattività, ansia, ossessioni, fissazioni, fobie, bassa autostima). Dice quando ormai è troppo tardi recuperare un cane e come crescere, invece, un cane felice, sano ed equilibrato. E mentre leggo e m'interrogo sulle mie reali capacità di educare il canide di famiglia, il Baldo ronfa e russa come un falegname in segheria. Direi tutto bene.

  Voli acrobatici e pattini a rotelle a Wink's Phillips Station di Fannie Flagg
   Questa donna ha la capacità di scrivere libri intrisi di quella luce chiara e soffusa, quasi magica. Narra la storia di due donne e delle vicissitudini delle loro famiglie. Racconta come la vita tranquilla di Sookie cambi improvvisamente con l'arrivo di una lettera, e come la vita avventurosa di Fritzi si completi solo dopo l'arrivo di quella stessa lettera. Impossibile non sorridere di Sookie e del suo modo di affrontare il cambiamento, altrettanto impossibile non indignarsi con Fritzi e le altre donne pilota della WASP (Women Airforce Service Pilots), quando scoprono che il loro lavoro per l'aviazione militare statunitense durante la seconda guerra mondiale non viene riconosciuto.

  Gli occhi gialli dei coccodrilli di Katherine Pancol
  Il primo di una trilogia: in seicento pagine succedono talmente tante cose ai personaggi che mi chiedo, un po' ansiosa, cosa mai potrà capitare in altre milleduecento pagine. Non conosco la letteratura francese contemporanea, ma mi piace pensare che questo libro sia molto francese. Non riesco a smettere di leggerlo, voglio sapere come si evolve la vita di Joséphine. Il marito la lascia, la figlia maggiore la compatisce, la madre la disprezza, la sorella la sfrutta. Ma l'amica la sorregge, il cognato le dà un'opportunità e il suo lavoro, per cui tutti la biasimano, è il trampolino di lancio verso una nuova vita. Quando una donna si rende conto delle proprie capacità, riesce finalmente a prendere in mano la sua vita con sicurezza e a fare grandi cose.

  Breve storia del mondo di Ernst H. Gombrich
  Qualcuno potrebbe pensare che la storia dell'umanità raccontata in meno di trecento pagine, sia una "mappazza" terribile. Invece no, è un libro piacevole e avvincente per tutti - addetti ai lavori, adulti e fanciulli.  Da questo autore ho solo da imparare: innanzitutto la semplicità con cui sa esprimere concetti difficili, e poi l'umiltà con cui torna sui suoi passi e spiega di aver fatto degli errori di valutazione. Ma, come dice lui stesso: "Imparare la storia dai libri e viverla in prima persona sono due cose ben diverse".

  Come al solito, i libri che più mi affascinano sono quelli che parlano di trasformazione. E come l'amore (per la famiglia, per i cani, per sé stessi, per la verità) sia la chiave che mette in moto il cambiamento.

(0; determinazione: a gonfie vele; umore: solare; sorriso del giorno: trovare la chiave!)

1 commento:

  1. lo avevo perso questo post!!! Ale si si confermo in tutto sui coccodrilli e bellissimo sapere che anche tu li hai letti sara uno spasso parlarne.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...